PROGETTO NEOSVINE
IGA Technology Services s.r.l., in collaborazione con i Vivai Cooperativi Rauscedo, ha lanciato il progetto NeosVine per l’impiego delle moderne biotecnologie verdi, anche note con la dicitura “New Breeding Plant Technologies, NBPTs” nel settore della viticoltura. Le NBPT apportano modifiche mirate a livello di sequenza di DNA, in corrispondenza di geni che controllano specifiche proprietà biologiche, migliorando le qualità agronomiche delle piante. Vivai Cooperativi Rauscedo, Leader mondiale del settore vivaistico-viticolo, partecipa al progetto mettendo a disposizione i propri strumenti e competenze nella selezione e rigenerazione dei materiali vegetali necessari all’attuazione delle varie fasi del processo, attraverso la tecnica di coltivazione in vitro e le più moderne tecniche diagnostiche. Il progetto prevede l’esecuzione di attività di ricerca in vite per l’applicazione di un approccio innovativo di genome editing, attraverso l’uso del sistema CRISPR/Cas9, e di integrare questa pionieristica tecnologia genomica nella pratica del miglioramento genetico della vite, nell’ottica di sviluppare nuove piante di vite adeguate ad una vitivinicoltura innovativa e sostenibile per il territorio regionale, nell’ambito di una filiera produttiva strategica per l’agroalimentare. I risultati attesi sono: l’allestimento di una piattaforma tecnologica sul territorio regionale per l’applicazione di NBPT, con due strutture dotate di laboratori complementari per il mantenimento di colture cellulari vegetali, il trasferimento del complesso CRISPR/Cas9 in calli e/o protoplasti di vite, la rigenerazione di piante e la produzione di un prototipo di vite che porti le mutazioni desiderate in geni target e assenza di modificazioni off-target.

Per le attività di progetto Vivai Cooperativi Rauscedo S.c.a. ha ottenuto un contributo dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia nell’ambito del POR FESR 2014-2020 (Attività 1.3a). L’importo della spesa ammessa è pari a Euro 352.673,92. Il contributo concesso è pari a 175.184,49. L’attività è iniziata in giugno 2018 e terminerà a marzo 2020.



PROGETTO EMBRYO4GRAPE
I Vivai Cooperativi Rauscedo attraverso il progetto Embryo4Grape promuovono la creazione di nuove varietà di uve da tavola senza semi (apirene), attraverso la tecnologia dell’embryo rescue. Questa tecnica permette di accelerare il processo di sviluppo di genotipi privi di seme, grazie all’espianto dell’embrione nella sua fase iniziale di sviluppo ed il successivo trasferimento dello stesso su terreni di coltura selezionati, in ambiente controllato. Il progetto prevede di integrare la tecnica dell’embryo rescue al programma di miglioramento genetico della vite in corso presso i Vivai Cooperativi Rauscedo. L’obiettivo è sviluppare nuove varietà di uva da tavola senza semi che diano una risposta alle attuali richieste degli agricoltori e dei consumatori, in termini sia di qualità e produzione che di sostenibilità ambientale. Al contempo, attraverso questo progetto VCR vuole porre le basi per l’ampliamento della propria filiera produttiva. Dal progetto Embryo4Grape ci si attende la messa a punto di un protocollo aggiornato per il salvataggio degli embrioni da genotipi ottenuti attraverso incroci controllati e la rigenerazione di piante caratterizzate oltre che dall’apirenia, anche da uniformità e maggiore dimensione dell’acino, omogeneità della pigmentazione, aromaticità e croccantezza, resistenza alla manipolazione e al trasporto, resistenza alle principali malattie della vite.

Per le attività di progetto Vivai Cooperativi Rauscedo S.c.a. ha ottenuto un contributo dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia nell’ambito del POR FESR 2014-2020 (Attività 1.2.a.1). L’importo della spesa ammessa è pari a Euro 233.284,41. Il contributo concesso è pari a 58.321,10. L’attività è iniziata in febbraio 2021 e terminerà a maggio 2022.